Imperia: controlli HACCP in tutta la città

controlli-haccpA Imperia è in atto un vero controllo a tappeto di tutte le attività commerciali alimentari per verificare la corretta applicazione delle norme HACCP. In particolare, si è posta attenzione a quei supermercati che ponevano poca attenzione alle date di scadenza dei prodotti e ai ristoranti.

La vendita di un prodotto scaduto è illegale e non rispettare la normativa HACCP può portare anche alla chiusura del locale e a gravi sanzioni penali e civili, in quanto si può mettere a repentaglio la vita e la salute dei clienti.

Il titolare di una azienda alimentare, sia essa un bar, una mensa o un ristorante deve rispettare la normativa sull’igiene degli alimenti per l’autocontrollo HACCP che impone a questi ultimi una serie di obblighi come analisi, registri, un manuale ed i corsi di formazione che servono a garantire che in quella impresa si adottino metodi di preparazione e conservazione degli alimenti idonei.

Se hai un’azienda alimentare e non vuoi rischiare puoi cercare un consulente HACCP.
Ad esempio, viene effettuata quasi sempre un’analisi per verificare che la lavastoviglie in un ristorante deterga e disinfetti correttamente, in un tagliere o un bancone di cucina per controllare che le operazioni di pulizia e sanificazione vengano eseguite dal personale addetto in maniera corretta e che i detergenti e disinfettanti utilizzati per queste operazioni abbiano fatto il loro effetto.

Il Portale del Turismo Medico: soluzioni ad hoc per trattamenti sanitari all’estero

Turismo sanitarioOggi, sempre più spesso, capita di sentire esperienze di persone che hanno deciso di avvalersi di un servizio medico all’estero. Come mai?

Le motivazioni che portano le persone ad effettuare un intervento chirurgico o, più semplicemente, un trattamento medico all’estero possono essere diverse. Tra queste:

  • La ricerca di un prezzo vantaggioso
  • Il risparmio di tempo evitando lunghe liste d’attesa nel proprio Paese
  • L’esigenza di ricorrere a trattamenti medici particolari che nel proprio paese non sono previsti o sono poco comuni
  • La ricerca di privacy durante il periodo di convalescenza
  • La possibilità di abbinare ad un trattamento medico un soggiorno all’estero

Molti pazienti oggi ricorrono alla soluzione del cosiddetto turismo sanitario, soggiornando all’estero per usufruire di servizi medici,  ma è chiaro che parlando di salute esistono una serie di aspetti che vanno valutati con attenzione: bisogna rivolgersi a cliniche e strutture sanitarie serie, è necessario organizzare un soggiorno ad hoc e, non per ultimo, c’è il problema della lingua. Proprio per assistere chi desidera usufruire di servizi sanitari all’estero nasce il Portale del Turismo Medico, sito web che fornisce informazioni e servizi in questo ambito.

Il Portale del Turismo Medico

Il Portale del Turismo Medico offre una serie di servizi dedicati al turismo sanitario e soluzioni ad hoc per ogni tipo di trattamento e relativo paese con un risparmio che può arrivare fino al 70%.
Tra i servizi medici all’estero disponibili attraverso la mediazione del portale del turismo medico troviamo check-up, screening, medicina e chirurgia estetica, trattamenti per la fertilità, servizi di odontoiatria, otorinolaringoiatria, oftalmologia, ortopedia, ecc.

I paesi di destinazione sono principalmente:

  • Costa Rica
  • Croazia
  • Malta e Gozo
  • Messico
  • Polonia
  • Repubblica Ceca
  • Romania
  • Spagna
  • Thailandia
  • Ungheria

Grazie agli accordi stipulati con diverse cliniche nei paesi di destinazione il portale è in grado di offrire ai pazienti prezzi molto vantaggiosi oltre che informazioni dettagliate su ogni struttura e servizio.
Per supportare chi vuole accedere ad un trattamento medico all’estero il portale offre i seguenti servizi:

  • Richiesta prestiti per far fronte alle spese
  • Richieste preventivo gratuito, contemporaneamente da più strutture
  • Organizzazione del viaggio
  • Traduzioni
  • Polizza assicurativa

Maggiori informazioni su www.ilportaledelturismomedico.com

Imparare a gestire le proprie emozioni: possibile?

louise-hay-gestire-le-emozioni.jpg

Saper gestire le emozioni, positive o negative che siano, è fondamentale per vivere meglio con noi stessi e, di conseguenza, con gli altri: questo il concetto tanto semplice quanto troppo spesso difficile da mettere in pratica su cui si basano gli insegnamenti di Louise Hay che permettono di raggiungere uno stato di felicità e serenità.

Chi è Louise Hay

Louise Hay è una scrittrice e insegnante statunitense sostenitrice del pensiero positivo
Ha scritto numerosi libri e ha organizzato diversi corsi sull’argomento diventando un punto di riferimento mondiale nell’ambito della crescita personale

Secondo Louise Hay ogni individuo può liberarsi dai limiti imposti dalle emozioni negative, guarire la propria vita e trovare la felicità: è proprio questo il percorso che insegna ad attuare durante i suoi corsi che si svolgono anche in Italia grazie ad esperti formatori del metodo Louise Hay.

Gestire le emozioni per tornare ad amare se stessi e gli altri

Imparare a gestire le proprie emozioni, trovare l’equilibrio interiore grazie al pensiero positivo e riuscire a creare rapporti positivi e costruttivi con chi ci circonda: sono questi alcuni dei benefici che è possibile ottenere seguendo un corso ufficiale Louise Hay.

Il percorso che porta verso una consapevole e serena gestione delle emozioni è fatto da diversi step che lavorano su 4 diversi livelli:

  1. fisico
  2. mentale
  3. emotivo
  4. spirituale

Durante questo percorso di autoconoscenza l’individuo riscopre se stesso e aumenta la propria autostima attraverso la liberazione di emozioni e sentimenti troppo a lungo repressi come rabbia, frustrazione, paura, insicurezza…
Ritrovare l’autostima e l’amore per se stessi è alla base di un percorso di rinascita che conduce ad una vita più serena e soprattutto ad un rapporto più positivo con gli altri.

Solo eliminando barriere come l’eccessiva autocritica o la paura ed imparando ad accettarsi, ad ascoltare e a chiedere aiuto è possibile migliorare il rapporto con il mondo esterno, non più condizionato dalle emozioni negative.

 

Louise-Hay-Italia-ama-te-stesso.png
Info sui corsi: www.louisehayitalia.com

Combattere stress e ansia con la meditazione

meditazione-salute.jpgLa meditazione è una tecnica antica che permette di raggiungere uno stato fisico e mentale particolare grazie al respiro e alla concentrazione. Esistono diversi tipi di meditazione ma di certo questa pratica, anche se in modo diverso, è sempre stata utilizzata dall’uomo per raggiungere un equilibrio psicofisico particolare.

Esistono diverse metodologie che possono essere seguite per meditare: c’è la meditazione guidata, la meditazione recettiva o riflessiva, quella trascendentale… tutto dipende dalla religione, movimento o filosofia che si segue e dalle tecniche ad essi associate e ritenute più valide. Naturalmente anche i risultati variano in base al tipo di meditazione praticata e i benefici possono essere diversi.

Sembra ormai certo che attraverso la meditazione è possibile combattere lo stress, l’insorgenza di alcune malattie e l’ansia, lo hanno dimostrato numerose ricerche, proprio come ha fatto l’equipe della Carnegie Mellon University di Pittsburgh (USA) monitorando gli effetti della  “consapevole” con il controllo del respiro e delle emozioni su un gruppo di persone tra i 55 e gli 85 anni. Dopo un periodo di terapia le persone coinvolte nella ricerca risultavano più tranquille e in forma oltre che più resistenti alle infiammazioni.

Combattere lo stress ridendo, workshop ad Urbino

Anche una risata può essere un ottimo rimedio per combattere lo stress e può essere importante conoscere tecniche di comicoterapia in una società in cui si accumulano facilmente tensioni e stress sul lavoro, in famiglia o a causa di motivi personali.

ridere.jpg

Proprio per introdurre le tecniche di comicoterapia sono stati organizzati dalla Associazione di Promozione Sociale “Accademia della Risata” degli incontri ad Urbino, convenzionati con l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” e ASUR Marche: “Psicologia del Benessere: una risata contro lo stress”.

Queste le date previste per la primavera 2013: 

  • 9 Aprile 2013
  • 16 Aprile 2013
  • 23 Aprile 2013
  • 30 Aprile 2013
  • 7 Maggio 2013

Maggiori informazioni sul sito dell’associazione: www.accademiadellarisata.it

Non tutti i chili di troppo vengono per nuocere

 peso-salute-cuore.jpg

Le feste sono finite e, come ogni anno, ci si ritrova a fare i conti con qualche chilo in più… purtroppo tra cene in famiglia, dolci e aperitivi, il periodo natalizio è innegabilmente un nemico della linea, nonostante il buon proposito di non esagerare.

Il grasso in eccesso è sempre stato additato come il nemico numero uno della salute ma secondo un recente studio effettuato da ricercatori americani dei Centers for Disease Control and Prevention’s National Center for Health Statistics le cose non stanno proprio così: sembrerebbe infatti che qualche chilo in più allungherebbe addirittura la vita rispetto a chi si ostina a preservare uno stato di eccessiva magrezza!

Una notizia davvero interessante per chi ha sempre pensato che prevenire problemi cardiocircolatori equivalga anche a rimanere in linea… un buco in più nella cinta potrebbe non essere così dannoso come si è sempre creduto. Attenzione però: la ricerca parla di un leggero sovrappeso, ben diverso dallo stato di obesità che invece minaccia seriamente la salute.

In vacanza con tutta la famiglia, ad Amsterdam

Le occasioni di viaggio per la famiglia spesso sono gli unici momenti durante i quali ci si può davvero rilassare. La vita frenetica che ci impone (a tutti, genitori e figli!) ritmi piuttosto serrati ci fa desiderare il momento della vacanza, sia essa un weekend o un periodo più lungo, come se fosse un regalo di Natale: non vediamo l’ora di scartarlo!

Insomma per il benessere psico-fisico di tutta la famiglia 🙂 sarebbe bene concedersi, ogni tanto, un momento da trascorrere tutti insieme.

Ci sono città che sembrano quasi “proibite” alla famiglia, tutta, perchè magari hanno la fama di essere il luogo per eccellenza dei giovani o di chi non vuole certo rilassarsi.
Nell’immaginario collettivo probabilmente Amsterdam è una di queste.

Niente di più sbagliato.

Cercando per il web e grazie anche al suggerimento di Google, si trovano tanti siti web e guide per visitare Amsterdam insieme ai propri bambini.

In questa città, insomma, non sembrano affatto mancare attrazioni, parchi gioco e divertimenti anche per i più piccoli.

macchianera2012.png

Sul sito per eccellenza dedicato al turismo – Turisti per caso – all’articolo intitolato Amsterdam con i nostri bambini, dalla Canal Parade allo Zoo

 

La guida in formato PDF (gratis) intitolata Amsterdam per i bambini natale, turismo, amsterdam

Che contiene anche una mappa Google con le indicazioni delle attrazioni.

 

 

Mammamsterdam.net è il blog di una mamma che ora vive ad Amsterdam e che ha dedicato una pagina proprio ai luoghi di questa città dedicati ai più piccoli.

Ottobre, il mese del nastro rosa

Ottobre è un mese amico delle donne, in questi giorni infatti si attiveranno una serie di iniziative dedicate alla prevenzione del tumore al seno grazie alla Lilt, la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, con la collaborazione di Estée Lauder Companies.

Campagne informative e oltre 395 punti Prevenzione/Ambulatori LILT saranno organizzati per promuovere la prevenzione contro il tumore al seno che, se diagnosticato tempestivamente ha maggiori possibilità di essere curato.

nastro-rosa.jpg

Maggiori info su www.nastrorosa.it

Yoga al lavoro contro lo stress

yoga-lavoro.jpgLa vita dell’uomo moderno è sempre più frenetica soprattutto per quel che riguarda l’ambito lavorativo… appuntamenti, riunioni, scadenze, responsabilità. Non è semplice riuscire a destreggiarsi sul lavoro mantenendo calma ed equilibrio e non a caso uno dei disturbi che caratterizzano l’uomo di oggi è lo stress lavoro-correlato.

La medicina del lavoro si occupa di stress ormai da decenni e sono sempre più frequenti ricerche e studi al riguardo. Questa volta tocca allo yoga essere chiamato in causa per combattere lo stress, stando ad un trend in crescita nelle più grandi aziende europee.
Secondo gli esperti bastano almeno 5 minuti al giorno di tecniche di rilassamento (Yoga ma non solo, anche Tai Chi e Qi Gong) per ritrovare la giusta dose di energia per affrontare la giornata lavorativa e tenere lontano lo stress.

Controllare il proprio respiro, distendere le tensioni, evadere con la mente per qualche attimo e dimenticare la scrivania completamente ivasa dalle scartoffie? Perché no… sicuramente non può fare che bene, l’importante è ritagliarsi un momento di pausa e trovare esercizi semplici e adatti al proprio ambiente di lavoro 🙂

Lavarsi i denti dopo i pasti… ma quanto dopo?

I denti, per alcuni di noi una vera e propria fissazione.
Cerchiamo di mantenerli bianchi, forti e puliti con una corretta igiene orale e sani recandoci periodicamente dal dentista ed effettuando specifici esami per la densità ossea. Le buone abitudini cominciano da bambini e la prima cosa che ci viene insegnata è che i denti vanno lavati dopo i pasti e mantenuti puliti.

lavarsi-denti.jpgMa quanto tempo deve trascorrere tra la fine del pasto e la pulizia orale?
Sicuramente questo non ha mai rappresentato per noi un problema, fatto sta che il presidente della US Accademia di Odontoiatria Generale, in un’intervista al New York Times, ha sottolineato l’importanza di attendere almeno mezz’ora prima di lavarsi i denti… il motivo? Dopo aver mangiato cibi particolarmente acidi o bevuto bevande gassate spazzolare i denti può rovinare lo smalto e addirittura intaccare e rovinare lo strato posto al di sotto dello smalto chiamato “dentina”.

Morale della favola, diligenti sì ma senza fretta!